Congrégations
 

Quaresima 2014

Messaggio dell’Arcivescovo: “Convertirsi a Cristo”


Cari Fratelli e Sorelle,

ConvertirsiIl Tempo di Quaresima è sempre un momento favorevole per riflettere sulla nostra fede. Ciò è particolarmente vero quest’anno, in cui ci siamo impegnati, come Chiesa in Lussemburgo, in un cammino di conversione a Cristo. Incontrare Cristo: attraverso la lettura della Sacra Scrittura, la preghiera personale o comunitaria, i sacramenti o la presenza del fratello o della sorella che ha bisogno d’aiuto. Tale incontro ci porta a comprendere meglio e a convertirci, per vivere maggiormente da cristiani autentici e impegnati. Abbiamo adottato uno stile di vita pieno di tante cose ed esperienze varie, per cui siamo diventati dei perfetti consumatori, e la nostra religione – e Gesù Cristo stesso – è ridotta ad un’occupazione tra tante altre. Spesso rimaniamo ancorati alla superficie e non scendiamo più in profondità. Perdiamo la nostra libertà di fronte a Dio e diventiamo delle persone pilotate dalle proprie abitudini e dalle proprie voglie. È in questo contesto che Cristo si rivolge a noi e ci dice che il Regno di Dio è vicino. Ma per riuscire ad ascoltare la sua voce, nella nostra società, dobbiamo lavorare su noi stessi.

Pertanto, propongo di digiunare e di fare astinenza ogni venerdì in questo tempo di preparazione alla Festa della Pasqua. Un pasto frugale può aiutarci ad uscire dal nostro tran-tran quotidiano per aprirci maggiormente alla chiamata di Cristo. Nello stesso tempo è un gesto di solidarietà verso i poveri. E sarebbe molto bello poterlo fare non da soli, ma insieme, nelle nostre diverse comunità. Il digiuno e l’astinenza ci aprono il cuore e così riusciamo a pregare meglio. Non potrebbe essere anche un’occasione di pregare di più, di coltivare il dialogo e il contatto con il Dio vivente? Senza la preghiera personale, quante cose ci sfuggono!

La Quaresima è anche l’occasione di fare la carità. Il nostro Papa Francesco ci ha incoraggiati a fare un gesto, a dare una cosa alla quale teniamo davvero, per diventare più liberi e più felici. Nel nostro mondo globalizzato, non possiamo rimanere indifferenti di fronte alla miseria che ci interpella. Certo, facciamo presto a trovare soluzioni da proporre ai governi e agli organismi di aiuto umanitario, ma la questione è proprio questa: noi stessi, cosa potremmo fare? Ed io, cosa potrei fare?

Diamoci una mossa durante questo tempo quaresimale! Apriamo il nostro cuore alle necessità del Lussemburgo e del mondo. Chi saprà aprire le proprie mani per condividere, potrà ricevere questo bel dono: la libertà dei figli di Dio.

La Quaresima è un tempo di preparazione alla grande Festa della Pasqua, in cui celebriamo Gesù risorto dai morti. Ma come possiamo celebrare la Pasqua in verità, se non ci convertiamo a Cristo?

Ecco, pertanto, un ultimo invito: quest’anno, concentriamoci in modo particolare sulla Passione di Gesù e raccogliamoci davanti al suo mistero. Sarebbe così bello poter celebrare insieme nelle nostre comunità pastorali, non solo la Pasqua, ma anche la Domenica delle palme, il Giovedì santo e il Venerdì santo, e, durante la Veglia pasquale, poter incontrare nel profondo del cuore il Cristo Risorto.

In quanto Chiesa, siamo confrontati a diverse sfide: l’avvenire dell’insegnamento religioso, la retribuzione futura dei preti e dei collaboratori laici – che è in discussione – e il tutto in un contesto finanziario diocesano più che preoccupante. Quali grandi sfide per la nostra Chiesa! Ma sono convinto che ciascuno di voi porti nel cuore anche delle preoccupazioni personali: inquietudini, sofferenze dovute alla separazione, alla malattia o alla morte…

Eppure la speranza abita il cuore dei cristiani e tale speranza cresce nella misura in cui ricerchiamo la vicinanza del nostro Signore, il Signore della Vita.

In questo senso, auguro a tutte e a tutti un buon Tempo di Quaresima.

Messaggio dell’Arcivescovo per la Quaresima 2014

In comunione profonda,

+ Jean-Claude Hollerich
Arcivescovo di Lussemburgo


 
Service Kommunikatioun a Press - Äerzbistum Lëtzebuerg - Dateschutz - Impressum - © Verschidde Rechter reservéiert